100 anni di Bottega - Storia di una famiglia

Storia di una famiglia

É sempre molto difficile raccontare a parole 100 anni di storia, ma ci sembra giusto provare a trasmettere quello che tre generazioni hanno tentato di fare, ovvero la realizzazione di un’idea, quella della vitalità delle cose fatte e vendute bene.

La famiglia Lorenzi opera a Milano, nel settore della coltelleria, barberia, articoli per fumatori e da regalo da 100 anni. Originario del Trentino, precisamente della Val Rendena, Olimpio Lorenzi ha aperto in C.so Magenta, insieme a due suoi fratelli, il primo negozio di coltelleria Lorenzi a Milano nel 1919, oggi ancora gestito dalla nostra famiglia. Nel 2019 è ricorso un anniversario importante per la famiglia di Olimpio Lorenzi, si sono celebrati infatti 100 anni di attività, ampliata nel 2015 con il negozio di C.so di Porta Romana al civico 1, che, per ricordo e rispetto della tradizione, essendo nato dall’iniziativa di due fratelli Marcello e Stefano Lorenzi si chiama “F.lli Lorenzi” così come quello inaugurato da Olimpio un secolo fa.

Coltelleria Lorenzi 100 Anni
Olimpio Lorenzi

Olimpio Lorenzi a 18 anni

Dalla Val Rendena a Milano

Corre l’anno 1893 quando nasce un bambino al quale viene dato il nome Olimpio. Olimpio Lorenzi viene al mondo nel piccolo paese di Mortaso, nella provincia di Trento, tra i monti della Val Rendena a pochi chilometri da Madonna di Campiglio. Dopo di lui altri sette piccoli Lorenzi allargano la famiglia. Con il tempo Olimpio, Giovanni e Battista andranno nella ricca Milano, mentre Maurilio e Beppe rimarranno con le loro tre sorelle, Luigia, Maria e Aldegonda nel loro paese natale.

Tra gli anni 1903 e 1918 Olimpio inizia a contribuire al reddito della famiglia, lavorando ancora molto giovane a Plauen, nella fredda regione tedesca della Sassonia. Qui pratica il mestiere, comune al tempo, dell’arrotino o del “moleta” come si direbbe in trentino. Durante la sua permanenza in Germania, però, riceve la chiamata alle armi per unirsi all’esercito austro-ungarico per combattere durante la Prima Guerra Mondiale. Con la fine della Grande Guerra, Olimpio si rende conto che, a causa delle varie battaglie e difficoltà alle quali aveva dovuto far fronte, la Val Rendena versava in una situazione molto difficile.

Così nell’anno 1919 Olimpio prende una decisione importante nella speranza che si rivelasse portatrice di speranza, novità e soprattutto benessere, ovvero stabilirsi a Milano, dove verrà raggiunto da due dei suoi fratelli, Giovanni e Battista, e avviare un’attività in proprio. Arrivato nel grande capoluogo lombardo, Olimpio riesce ad affittare la prima piccola bottega in Corso Magenta, al civico 4. Il negozio è pensato come un laboratorio di affilatura non adibito alla vendita di prodotti, sebbene occasionalmente ne veniva richiesto l’acquisto. L’insegna del negozio riporta il nome F.lli Lorenzi infatti Olimpio, Giovanni e Battista lavorano insieme nei primi anni di attività a Milano.

Coltelleria Lorenzi Insegna
Lorenzi Corso Magenta

1925 - Olimpio Lorenzi sulla soglia del negozio F.lli Lorenzi di C.so Magenta al civico 4

Tra le due guerre mondiali

Nel 1924 Battista ha l’opportunità di aprire un proprio negozio, sempre a Milano, in via Paolo Sarpi, ancora oggi esistente e gestito da una sua nipote. Sono anni di intenso lavoro per Olimpio, il quale però nel frattempo incontra la donna della sua vita, Rosa, con la quale convola a nozze nel 1925. Da questa unione nascono tre figli: Germana, Renzo e Dario. Germana sceglierà, poi, di lavorare in una banca, mentre i due figli maschi seguiranno le orme del padre avendo respirato, sin dai primi giorni di vita, l’aria di bottega.

Il 1929 porta un vento di ulteriori novità per i fratelli Lorenzi, tant’è che Giovanni decide di lasciare gli affari intrapresi con i fratelli e di aprire un nuovo negozio, sempre a Milano, nella centralissima via Montenapoleone, al civico 9, il quale diventerà nel corso degli anni il più importante e famoso negozio Lorenzi al mondo. Sempre nel 1929 anche nella vita di Olimpio ci sono cambiamenti di rilievo, dal momento che sposta la sua attività in Corso Magenta al civico 1, al fine di avere degli spazi più ampi dove svolgere il suo mestiere. Da notare vi è il fatto che questa bottega si trovi esattamente di fronte a quella ch’egli possedeva in precedenza. Il nome dell’esercizio cambia da F.lli Lorenzi a O. Lorenzi, che è tutt’oggi il nome del negozio.

In concomitanza con l’apertura di questi esercizi l’Italia affronta la grande crisi del 1929, durata fino al 1933, la quale però, grazie ad estremi sacrifici, non riesce a scalfire la fama e l’operatività dei negozi dei fratelli Lorenzi a Milano. Il lavoro di Olimpio viene apprezzato sempre più e la sua fama viene accresciuta dal fatto che molte famiglie borghesi, abitanti nella zona dietro Corso Magenta fino a via Torino, si servano direttamente da lui e ne parlino bene.

Nel 1935 il negozio viene rimodernato per la prima volta negli spazi interni grazie al contributo della ditta Multiplex, la quale in questi anni vuole farsi conoscere sul mercato con una presenza diretta nei negozi più importanti tra le vie milanesi, per lanciare il suo nuovo rasoio. Gli arrotini diventano il canale di vendita principale di questi prodotti innovativi. la prima grande marca produttrice a livello mondiale è gillette, la quale è presente in italia dai primi anni seguenti la prima guerra mondiale

Lorenzi Corso Magenta

1930 - Olimpio Lorenzi sulla soglia del negozio di C.so Magenta al civico 1

Dopo la Guerra

Con l’avvento del 1939 scoppia la Seconda Guerra mondiale, ma nonostante ciò si lavora ancora molto come affilatura e con i prodotti da barba, con rasoi e con la vendita dei primi pennelli e saponi. Durante la guerra il negozio di Corso Magenta sopravvive economicamente sempre grazie alla clientela di zona.

Sei anni dopo, nel 1945, finita la guerra, l’attività di vendita si sviluppa adeguatamente. I figli maschi di Olimpio Renzo e Dario iniziano subito ad affiancare loro padre negli affari e direttamente in bottega. Il 1950 annuncia la seconda svolta per il prodotto, che avviene con l’introduzione sul mercato dei primi rasoi elettrici, i quali fanno la loro apparizione in Italia proprio a partire dagli anni seguenti la Seconda Guerra mondiale. Quest’epoca è di grande rilievo in quanto, ancora una volta, il rasoio elettrico è distribuito quasi esclusivamente dagli arrotini e da negozi simili.

Inoltre nasce la necessità della riparazione che aiuta ad ampliare le opportunità per il negozio “O. Lorenzi”. Ciò lo si deve specialmente al contributo messo in campo da Dario. La terza grande innovazione di prodotto e di mercato inizia circa nel 1955. Si viene a creare per l’emergere e il diffondersi nell'uso comune degli accendini a gas, i quali sostituiscono i noti e utilizzati accendini a benzina presenti sul mercato già da alcuni anni. Avendo una componentistica più complessa di quelli a benzina, richiedono lo sviluppo dei servizi di riparazione e spesso di personalizzazione (quali iniziali e finiture superficiali) che sono offerte dai negozi specializzati come il negozio Lorenzi. Le marche più famose, tra le altre, per la produzione di questi oggetti sono: Cartier, Dunhill, Dupont, Ronson, subito prese ad esempio da altre.

Renzo e Dario Lorenzi

1950 - Renzo e Dario Lorenzi all’interno del negozio

Dario Lorenzi

1950 - Dario Lorenzi all’interno del negozio di Corso Magenta 1

Coltelleria Lorenzi Milano

1970 - Renzo Lorenzi davanti alla bottega di C.so Magenta al civico 1

Coltelleria Lorenzi Milano

1969 - Diploma di Medaglia d’Oro della Camera di Commercio di Milano ricevuto da Renzo Lorenzi

La terza generazione al lavoro

Nel 1964 Renzo si sposa e negli anni avrà 4 figli maschi: Stefano, Andrea, Angelo e Marcello, alcuni dei quali contribuiranno alla gestione delle attività del negozio. Infatti nel 1985 Andrea, secondogenito di Renzo, inizia a offrire il suo contributo a tempo pieno a Renzo per la gestione della bottega. Nel 1970 il negozio subisce un rifacimento per la seconda volta. Tuttora il suo aspetto è molto simile ad allora, eccetto il pavimento, il quale negli anni Settanta era di linoleum - materiale molto di moda all’epoca - mentre oggi si presenta in pietra originale del caseggiato di fine Ottocento.

Tra successi, innovazioni e migliorie varie la famiglia Lorenzi Olimpio arriva al 1969. In questo anno il Comune di Milano conferisce al negozio O. lorenzi di C.so Magenta la medaglia d’oro per i 50 anni di attività. Il negozio fino a questa data era, nella sua parte adibita alla vendita, molto ridotto rispetto a come si presenta oggi, in quanto era stato pensato inizialmente, nel 1929, come semplice laboratorio di affilatura. Grazie al positivo andamento economico italiano degli anni ‘70, e grazie alle nuove dimensioni del negozio, Renzo cerca di qualificare al meglio delle sue possibilità la merceologia, introducendo, selezionandoli, nuovi marchi e, possibilmente, posizionando i prodotti verso la fascia medio-alta di prezzo e qualità.

Dal punto di vista dei prodotti, gli anni Settanta e Ottanta possono essere definiti come “gli anni delle pipe e degli articoli per fumatori”. Nel frattempo il nuovo secolo si affaccia alle porte di casa Lorenzi Olimpio e nel 2000 Renzo riesce nel suo intento di trasferire il suo sapere ad Andrea, il quale è in grado di continuare da solo e a pieno titolo la gestione della bottega di famiglia.

Con l’utilizzo diffuso di Internet anche la famiglia Lorenzi, a partire dagli anni Duemila cerca di sviluppare un canale e-commerce che rappresenta un'opportunità di vetrina quasi mondiale.

Quotidianamente i negozi di C.so Magenta e di C.so di Porta Romana sono visitati da turisti e curiosi provenienti da tutti gli angoli del pianeta, punto di forza che accresce la fama dei prodotti e della famiglia Lorenzi nel mondo soprattutto grazie alla qualità dei prodotti venduti che vengono apprezzati sin da quel fortunato 1919. Attualmente il negozio lorenzi di corso magenta è tra i più antichi della sua zona.

La storia continua...

Nel 2005 anche Marcello entra nella conduzione del negozio di Corso Magenta, affiancando Andrea a seguito di alcune esperienze lavorative in altri ambiti.

Nel 2015 viene aperto da Marcello, con l’aiuto di Stefano, un nuovo negozio degli eredi di Olimpio in Corso di Porta Romana al civico 1, in una zona della città dove sono state com- battute le 5 Giornate di Milano nel 1848, a meno di 300 metri da Piazza del Duomo.

Nel 2017 il negozio O. Lorenzi di C.so Magenta entra a fare parte delle Botteghe Storiche di Milano, targa conferita dal sindaco di Milano Giuseppe Sala.

La storia della famiglia e ormai delle botteghe Lorenzi continua e vorremmo cercare di dimostrare che nell’epoca dell’iperconsumismo si possono fabbricare, vendere, comprare e custodire prodotti e oggetti che possono vivere con noi e più di noi. Negli anni, con modi e intensità del tutto differenti, la famiglia Lorenzi Olimpio, i suoi figli e oggi i suoi nipoti, hanno cercato di servire i propri clienti con il semplice spirito di fare bene il proprio mestiere. Tramite questa piccola filosofia professionale e di vita speriamo di avere sempre chiaro il senso della nostra attività così come è stato negli ultimi 100 anni e come ci ha trasmesso nostro nonno Olimpio e nostro padre Renzo.

Lorenzi Bottega Storica

2017 - Targa Bottega Storica per il negoziodi C.so Magenta, ricevuta dal Sindaco di Milano.

Fratelli Lorenzi

F.lli Lorenzi Corso di Porta Romana 1, Milano

Andrea e Marcello Lorenzi

2005 - Andrea Lorenzi e Marcello Lorenzi davanti alla bottega di C.so Magenta al civico 1

Comments (0)

Prodotto aggiunto alla tua lista dei desideri

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.