Il riflesso della perfezione da più di 140 anni.

Da circa 150 anni, il nome S.T. Dupont è sinonimo di lusso autentico. Un lusso che coniuga creatività, qualità senza compromessi e una competenza unica trasmessa di generazione in generazione. L’azienda prende il nome dal suo fondatore Simon Tissot-Dupont, brillante creatore di pelletteria di prestigio, ed è dedicata al culto degli oggetti di lusso perpetuando la tradizione del buon gusto francese. Il maragià di Patiala, il duca e la duchessa di Windsor, i Rockefeller sono suoi fedeli clienti. Ancora oggi ai piedi delle Alpi Francesi, l’azienda riunisce i migliori specialisti, orafi, incisori, cesellatori, laccatori

Una tradizione d’innovazione.

Simon Tissot Dupont, fotografo di Napoleone III e autentico pioniere con uno spiccato senso per la bellezza, nel 1872, a soli 25 anni, apre a Parigi il suo primo atelier di pelletteria. Tutto cominciò con un'azienda di carrozze che scomparve in seguito a un incendio. Dalle quelle ceneri nacque un laboratorio per la fabbricazione di porta documenti di qualità che prosperò per anni. I suoi bauli da viaggio personalizzati diventarono ben presto un accessorio imprescindibile per le élite di tutta Europa. È così che alcuni negozi simbolo della fine del XIX secolo, come i Grandi Magazzini del Louvre, lo scelsero come fornitore e diverse importanti personalità dell’epoca, tra cui l’imperatrice Eugenia, ordinarono presso di lui i loro nécessaire da viaggio.

Nel 1919, all'età di 72 anni, Simon lasciò la propria azienda in eredità ai suoi due figli, Lucien e André. La società si ingrandì rapidamente e assunse 250 persone. Nel 1923 i fratelli decisero di fondare una fabbrica a Faverges, nell’Alta Savoia, dove tutt’ora ha sede il principale polo produttivo. Il laboratorio sorge non lontano dalle sponde del lago di Annecy, il più puro d’Europa; i prodotti S.T. Dupont sono così realizzati in una delle cornici naturali più notevoli di tutta la Francia. Dopo un viaggio a New York ai tempi della crisi del 1929, Lucien decise di orientare l'azienda verso la produzione di prodotti di lusso destinati ad una clientela ricca e selezionata. La mossa fu vincente, grazie alla qualità di prodotti e all'utilizzo della lacca di Cina.

Nel 1930 lo stesso Lucien mise a punto una nuovissima tecnica di conciatura che sfruttava la polvere di diamante per conferire alla pelle S.T. Dupont una resistenza e una morbidezza senza pari. La pelle così trattata è in grado di resistere al calore, all’umidità e alle sollecitazioni durante i viaggi. Questa elegante tecnica è ancora oggi impiegata per la gamma Diamond Soft. Nel 1935, con l’arrivo di Georges Novossiltzeff, S.T. Dupont diventò la prima Maison di lusso a capire come utilizzare la lacca cinese sul metallo; un segreto ancora oggi custodito gelosamente.

Durante la guerra, poiché gli acquirenti di necessaire erano meno numerosi, André suggerì l'idea di fabbricare accendini a benzina. Il brevetto venne depositato nel 1941 ad Annecy. Alla fine della guerra, tenuti in considerazione i cambiamenti avvenuti nel settore dei viaggi, la società S.T. Dupont orientò la propria produzione verso gli accendini. Il prestigio della marca aumentò in occasione del matrimonio della principessa Elisabetta d'Inghilterra, nel 1947, quando il Presidente della Repubblica Francese Vincent Auriol le offrì una valigetta da viaggio firmata S.T. Dupont. Nel 1952 la società lanciò un nuovo accendino a gas. Nel 1966 uscì il primo accendino regolabile. Nel 1973, con lo scopo di ampliare la propria gamma di prodotti, fabbricò la prima penna stilografica, con il nome di “Classique”. Per promuovere l'offerta, la società aprì la prima boutique parigina in Rue du Faubourg Saint-Honoré nel 1980. Nel 1987 ne venne aperta una seconda in Avenue Montaigne, seguita da una terza in Rue Saint-Germain-des-Prés. Altre boutique vennero poi aperte in tutto il mondo (Hong Kong, Milano, Mosca, Monaco). La società ampliò la propria gamma di prodotti creando pelletteria, profumi, prêt-à-porter per uomo, gioielli e altro ancora.

Nel 2017, in occasione dei 75 anni dalla creazione del suo primo accendino, vede la luce il primo accendino “a complicazione”. L'accendino si presenta come fosse un pizzo d’oro e palladio che ispira potenza e delicatezza con la medesima radicalità: un paradosso di metallo composto da duecento pezzi, in cui il meccanismo dell’accendino è protetto da una cassaforte con codice segreto, ma al tempo stesso è anche visibile dall’esterno. Questo accendino a doppia fiamma e con fiamma torcia, vero e proprio virtuosismo degli artigiani di Faverges, ha richiesto ben quattro anni per essere progettato e sviluppato.

La forza dello stile

S.T. Dupont ha un patrimonio artistico e tecnico di straordinaria ricchezza, una creatività che si rinnova continuamente associando know-how industriale e artigianato artistico. Eleganza delle forme, ricchezza dei materiali, perfezione dei dettagli caratterizzano ogni oggetto S.T.Dupont. I prodotti “orafi”, delicatamente lavorati, si rivestono d’oro, d’argento, platino o palladio (metallo raro della famiglia del platino dotato di eccezionale resistenza). L’autentica lacca di Cina, dalla consistenza serica e dalla luminosità simile a quella della perla, conferisce all’oggetto un aspetto prezioso e alle superfici una magica trasparenza, una particolare profondità che nessuna vernice sintetica potrebbe mai eguagliare. Tutti gli oggetti in lacca di Cina S.T. Dupont prodotti dai laboratori di Faverges sono rivestiti di questa materia affascinante. E’ per sottolineare questo carattere unico, questa autenticità, che ogni oggetto S.T. Dupont in lacca di Cina è contrassegnato da un marchio “ lacca di Cina” e da un logo che rappresenta la foglia stilizzata della Rhus Vernicifera : l’albero della lacca. I maestri laccatori S.T. Dupont hanno studiato con passione l’arte della lacca di Cina. Nel corso degli anni, hanno imparato a manipolare questa sostanza vegetale riscoprendo le più antiche tecniche dei loro predecessori cinesi e giapponesi. Infatti, è nel XVII secolo, sotto i Ming, che l’arte della lacca giunge al suo apogeo, in Cina. La sua influenza si estende allora fino in Europa.

Ma se la Cina è incontestabilmente “l’inventore” della lacca, il Giappone, che ha attinto le sue conoscenze da artisti venuti dal continente, porterà le diverse tecniche al massimo livello di perfezione. Il cuoio è una materia naturale, con una grana e delle rugosità specifiche per ogni pelle. Lungi dall’essere dei difetti, queste varianti offrono la garanzia di un cuoio autentico. La pelletteria è un’attività meno nota di S.T. Dupont. Eppure è sulla pelletteria, il suo mestiere originario, che la marca ha costruito il proprio successo. Nell’ottica di una grande qualità, si selezionano le migliori pelle europee. Queste pelli vengono lavorate con grande cura per associare bellezza e resistenza. Per far questo, la marca ricorre ai migliori fabbricanti, francesi, italiani e spagnoli, riconosciuti per il loro know-how nella lavorazione della pelle

Related products

Comments (0)

No comments at this moment
Prodotto aggiunto alla tua lista dei desideri

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.